Il progetto socio-educativo “Scuola Calcio Inclusiva” è frutto della collaborazione tra AFC Fermo e l’altro Ente Partner, COOSS Marche, cooperativa sociale da molti anni attiva nel nostro territorio per i servizi alle persone con disabilità e alle loro famiglie.

AFC Fermo e COOSS Marche, consapevoli del fatto che i bambini con disturbi del neurosviluppo non hanno sempre facile accesso alle attività sportive e ancora meno agli sport di squadra, hanno avviato una riflessione su come dare la possibilità ad essi di praticare attività sportiva. E’ noto infatti che il movimento determina, oltre alla piacevolezza dell’esercizio fisico, la possibilità di fare esperienze di crescita personale e collettiva che passano attraverso il rispetto di regole condivise, l’aggregazione, il rispetto dell’altro. Numerosi studi ed esperienze hanno dimostrato in diverse realtà l’effettivo giovamento in termini fisici e psicologici, ottenuto dai bambini e dalle loro famiglie, in seguito alla partecipazione ad attività sportive.

Nel corso della stagione 2017-2018 si è partiti con una sperimentazione, che ha coinvolto un gruppo di bambini con disturbi del neurosviluppo, in collaborazione con le famiglie, iniziando a promuovere incontri propedeutici alla realizzazione del percorso che si è sviluppato con attività mirate ad approcciare lo sport del calcio che, essendo sport di squadra, promuove il rispetto dell’altro, incentiva l’inclusione e limita l’isolamento, oltre al fatto che riduce stati di ansia e migliora la concentrazione e la memoria.
Inoltre migliora le abilità di coordinazione e offre un’opportunità di sperimentarsi nella socializzazione ed inclusione in contesti strutturati e protetti.
La fase dello spogliatoio è stata mediata dagli educatori e dalle famiglie, dato che i bambini coinvolti hanno bisogno di un ambiente tranquillo, possibilmente povero di sovrastimolazioni (grida, rumori forti, ambienti troppo affollati o troppo illuminati).

La AFC Fermo S.S.D. costituisce una realtà con grande esperienza nella gestione dei gruppi e la COOSS Marche ha messo in campo educatori esperti nella cura e riabilitazione psicosociale: le varie figure coinvolte nel progetto collaborano con ruoli e competenze specifici, ma complementari tra loro.

Un momento della festa finale del 2019 con il coinvolgimento di tutti i genitori

Nel corso del 2018-2019 la scuola calcio inclusiva è stata perfezionata raggiungendo, secondo le risposte avute anche dai genitori, tutti gli obiettivi prefissati confermati dal miglioramento generale delle condizioni psicofisiche dei ragazzi partecipanti. Anche nel corso di questa stagione sono stati effettuati dei momenti di incontro con tutti i partecipanti al progetto al fine di illustrare i progressi, ascoltare i pareri dei genitori, individuare azioni di miglioramento.

Gli incontri, effettuati un pomeriggio alla settimana (mercoledì) dalle 17 alle 19, sono stati così articolati:
17-17,30-preparazione e accoglienza-nello spogliatoio, accompagnati dalle famiglie e dagli educatori
17,30-17,40-giochi di saluto e riscaldamento con la palla
17,40-18,20-esercizi con la palla e percorsi
18,20-18,30-riordino dei materiali-giochi di saluto-termine allenamento
18,30-19,00-doccia e riordino vestiti, saluti

Gli spazi a disposizione sono sia all’aperto che al chiuso e condivisi con le altre squadre di piccoli calciatori dell’AFC Fermo. In alcuni casi è stato possibile effettuare delle sedute di allenamento integrate.

Scarica il modello, compilalo e consegnalo all'ingresso del FV

Applicazioni pratiche - Protocollo per la ripresa delle attività - Modello Autocertificazione